DETTAGLI

Il Sigillo

Aglianico del Vulture D.O.C.
Rosso

Descrizione sintetica

E' rosso granato, luminoso. Al naso si caratterizza per la profondità che si svela con note di frutti di bosco in confettura, cioccolato e pepe nero. Opulento e al tempo stesso elegante, al gusto ha un ingresso morbido dovuto al lieve residuo zuccherino. E' vellutato e caratterizzato da un lungo finale speziato.

Aglianico del Vulture in purezza

18-20 °C

Si abbina a piatti di grande struttura. Bene le preparazioni a base di carne e formaggi dalla grande persistenza aromatica.

Uve: 100% Aglianico del Vulture
Vendemmia: manuale in cassetta nell’ultima decade di novembre/prima settimana di dicembre quando il frutto è in surmaturazione o appassimento per effetto del freddo. E’ una interpretazione moderna di uno stile di Aglianico prodotto in passato in zona e che richiama una sorta di Amarone prodotto con sole uve Aglianico.
Vinificazione: macerazione di circa 30 giorni potendo estrarre quanto è più possibile avendo una completa ed abbondante maturazione dei tannini.
Maturazione: in grotte naturali di tufo vulcanico, in carati o tonneaux di rovere francese, per un periodo di almeno 24 mesi e altri 24 in bottiglia.
Alcool: 14,50% circa
Esame organolettico: è un vino di grande struttura, ma allo stesso tempo elegante.
Colore: colore rosso granato, luminoso.
Profumo: al naso si caratterizza per la profondità che si svela con note di frutti di bosco in confettura, cioccolato e pepe nero
Sapore: opulento e al tempo stesso elegante, al gusto ha un ingresso morbido dovuto al lieve residuo zuccherino. E’ vellutato e caratterizzato da un lungo finale speziato, di liquirizia e cioccolato fondente  .
Abbinamenti: Si abbina a piatti di grande struttura. Bene le preparazioni a base di carne e formaggi dalla grande persistenza aromatica. Molto valido anche l’abbinamento con dolci a base di cacao amaro fuso.
Temperatura di Servizio: 18°C circa.
Formati: 75 cl

  • IL SIGILLO 2012

    18/09/2017

    PREMIATO CON IL MASSIMO RICONOSCIMENTO DELLE “4 VITI” NELLA QUARTA EDIZIONE DELLA “GUIDA AI VINI D’ITALIA VITAE 2018” EDITA DALL’ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER – ANNO 2017
  • IL SIGILLO 2011

    13/06/2017

    PREMIATO CON "MEDAGLIA D'ORO" AL "CONCORSO ENOLOGICO INTERNAZIONALE DELLE CITTA' DEL VINO - LA SELEZIONE DEL SINDACO" - ANNO 2017
  • IL SIGILLO 2011

    13/06/2017

    PREMIATO CON "MEDAGLIA D'ARGENTO" AL "DECANTER WORLD WINE AWARS" - ANNO 2017
CUTTURIDDU DI PECORA

Dal libro delle ricette di zia Anna, zia Giulia, zia Rosa e zia Raffaella

Ingredienti:

1 kg circa di carne di pecora (con osso) 5 pomodori piccoli maturi 5-6 peperoncini 3-4 patate grandi 1 cipolla media 2-3 spicchi d’aglio Inoltre: lardo, prezzemolo, un bicchiere d’olio, sale.

Preparazione:

Fate a pezzi la carne e mettetela in un caldaino (paiolo) con tutte le verdure tagliate a pezzi grandi, salate e aggiungete circa due litri di acqua. Portate ad ebollizione e cuocete a fuoco moderato con il coperchio ben fissato, scuotendo il recipiente con le mani durante la cottura, in modo da mescolare gli ingredienti senza aprire il coperchio, per circa mezz’ora o anche più a seconda della consistenza della carne; servite bollente, impiattando direttamente dal paiolo con il sughetto.