DETTAGLI

Il Patto

Basilicata IGT
“Rossato”

Descrizione sintetica

Dal colore Rosa carico, cristallino e lucente, al naso mette in evidenza profumi di piccoli frutti rossi su un tappeto di gradevoli note di fiori appassiti e di speziatura. Al gusto è avvolgente e fresco, con un ingresso morbido e una notevole persistenza accompagnata da continui rimandi fruttati e floreali

100% Aglianico del Vulture

12-16°C

Estremamente versatile negli abbinamenti sia con la carne che con il pesce. Richiede preparazioni di media struttura, dagli antipasti ai formaggi.

Uve: 100% Aglianico del Vulture. E’ un rosato per chi ama i vini rossi, grazie alla sua spiccata personalità. Detto anche “rosso d’estate”.
Vendemmia: manuale in cassetta nella prima decade di ottobre quando il contenuto di zuccheri (maturazione tecnologica) è completo, ma non la maturazione fenolica.
Vinificazione: macerazione di circa uno-due giorni al max e vinificazione a temperatura controllata in acciaio inox. Fa la fermentazione malo-lattica.
Maturazione: in grotte naturali di tufo vulcanico, in carati o tonneaux di rovere francese di diversi passaggi, per un periodo di almeno 12 mesi.


Esame organolettico:
Colore: Rosa carico, cristallino, lucente.
Profumo: Al naso mette in evidenza profumi di piccoli frutti rossi su un tappeto di gradevoli note di fiori appassiti e di speziatura.
Sapore: Al gusto è avvolgente e fresco, con un ingresso morbido e una notevole persistenza accompagnata da continui rimandi fruttati e floreali
 

Abbinamenti: E’ estremamente versatile negli abbinamenti sia con la carne che con il pesce. Richiede preparazioni di media struttura, dagli antipasti ai formaggi.
Temperatura di Servizio: 12-16°C, servire fresco o a temperatura ambiente a seconda della portata
Formato: 75 cl

75 cl
PUPARULI CRUSCHI PASTELLATI RIPIENI CON ACCIUGHE

Dal libro delle ricette di zia Anna, zia Giulia, zia Rosa e zia Raffaella

Ingredienti:

250 g di farina 15 g di lievito di birra acqua quanta ne assorbe la farina sale 50 g di acciughe sott’olio 200 g di peperoni secchi olio extravergine di oliva.

Preparazione:

Preparate una pastella molto morbida e si lascia lievitare al caldo. Nel frattempo prendete i peperoni secchi, tagliateli a listarella, metteteli a mollo in acqua tiepida per 10 minuti e poi strizzateli. Quando la pasta è lievitata, ravvolgete nella pastella un pezzo di peperone con in mezzo le acciughe e friggete in olio ben caldo e abbondante (in cui si mette uno stuzzicadenti per non far annerire l’olio). Servite bollenti. N.B. I peperoni possono essere sostituiti con i fiori di zucca ripieni con scamorza e acciughe oppure solo con il baccalà, precedentemente bollito e scolato.