DETTAGLI

La Postilla

Descrizione sintetica

Paglierino scarico, brillante e dal perlage fine e persistente. Tipico del moscato, intenso con sentori di fiori bianchi, di acacia e ricordi delicati di salvia. Al gusto è dolce, aromatico, delicato e persistente, con un finale lungo e gradevole con sento- ri fruttati di pesca bianca.

5 °C

ottimo in abbinamento con la più classica pasticceria e con i dolci in genere.

Ottenuto con fermentazione in autoclave.
Vendemmia: nella prima settimana di settembre.
Alcool: 6,00 % circa
Esame organolettico:
Perlage: a grana fine e persistente con spuma bianca allegra e vivace.
Colore:
Paglierino, brillante.
Profumo:
tipico del moscato, intenso con sentori di fiori bianchi, di acacia e ricordi delicati di salvia.
Sapore: al gusto è dolce, aromatico, delicato e persistente, con un finale lungo e gradevole con sentori fruttati di pesca bianca.
Abbinamenti: con la più classica pasticceria e dolci in genere.
Temperatura di Servizio: intorno ai 5°C
Formati: 75 cl

75 cl
  • LA POSTILLA 2016

    08/05/2017

    CLASSIFICATO AL "2° POSTO " NELLA CATEGORIA SPUMANTI DOLCI AL CONCORSO "VOTA LA TUA SPARKLING STAR DI VINIBUONI D'ITALIA 2017"
  • LA POSTILLA 2014

    03/04/2015

    CLASSIFICATO AL "TERZO POSTO" NELLA SEZIONE SPUMANTI DOLCI AL CONCORSO "VOTA LA TUA SPARKLING STAR DI VINIBUONI D'ITALIA 2015"
CALZONCELLI

Dal libro delle ricette di zia Anna, zia Giulia, zia Rosa e zia Raffaella

Ingredienti:

500 g di farina di grano tenero, 250 g di zucchero, 150 g di sugna, tre uova, 250 g di mandorle tritate tostate, 250 g di cioccolato fondente amaro, 250 g di zucchero a velo.

Preparazione:

Tritate prima separatamente e poi assieme le mandorle e il cioccolato, amalgamate con lo zucchero a velo. Fate una pasta frolla con la farina, lo zucchero, la sugna e le uova: rendetela liscia e omogenea senza lavorarla troppo, poi lascia tela riposare per mezz’ora in un luogo fresco (frigorifero). Tiratene, con il matterello, una sfoglia di circa mezzo centimetro. Ponete il ripieno a mucchietti sulla pasta che ritaglierete attorno con la rotella o lo stampino dentato e ripiega tele i due, fissando bene i bordi in modo che nella cottura il ripieno non esca. I calzoncelli vengono cotti in forno su una placca unta.